may, 2021

This is a repeating event

05mayAll Day05 - Mese di maggio per i claustrali - quinto giorno

Event Details

Giorno quinto

———-

Preparazione e Avviso.

Beati qui esuriunt, et sitiunt justitiam quoniam ipsi saturabuntur (b1) (Matt. 5. v. 6.)

1. Vedi, o anima religiosa, che il mio Figliuolo ha detto Beati quei che hanno fame, e sete della giustizia, poiché dessi saranno satollati (b2): mà sai a quanto si estende la forza e la energia di un tale oracolo della Verità infallibile? Pensa che lo ha pronunziato Quello stesso che ha dato a tutto il Mondo questo precetto. Siate perfetti com’Egli è perfetto il Padre celeste (b3). Dunque voglio che intendi bene, che da parte di Dio il satollamento di santificazione che ha promesso (avverti, e te lo ripeto) ha promesso a chi ha una tale fame, e arde di tale sete è senza misura, e la misura la pone la creatura colle sue indisposizioni, giacchè il precetto che prescrive di essere perfetto come il Padre celeste obbliga la creatura di andare sempre avanti nella perfezione, giacchè il Padre celeste è infinitamente perfetto: e ricordati che la Chiesa sposa del mio Figliuolo congregata nel S. Concilio di Vienna (1) già ha condannato l’errore di coloro, che dicevano che l’anima poteva giungere a tale grado di Santità dà non potere andare più innanzi: sia adunque grande la tua fame, sia la tua sete ardentissima per avvanzarti nella santità, e non dubitare che Iddio ti satollerà.

2. Ora dimmi, o anima religiosa, per corrispondere alla tua Vocazione hai fame e sete ardente della tua santificazione? Ti piacerebbe la santità di quelle beate anime che formano nel Cielo l’ordine dei Vergini, che seguendo l’immacolato Agnello cantano perpetuamente un cantico di paradiso alla Purità a per essenza (b1), che sono circondate da tante corone di gloria nel regno della Purità, quante sono le vittorie che hanno riportato in vita contro le tentazioni del nemico infernale, quante sono le violenze fortissime che hanno dovuto e contro l’impura passione, quanti sono stati i pericoli che hanno dovuto isfuggire, quante sono state le variazioni dei piaceri dai quali si sono dovute allontanare, quanti sono stati i momenti, che hanno dovuto vivere nel recinto del S. Chiostro per tenersi lontani da ogni occasione, e poi di quanti sono stati i digiuni le discipline, le macerazioni della carne, le orazioni, le meditazioni le Confessioni, le Comunioni che hanno dovuto fare per conservare la purità, e per accrescerne lo spirito? Dimmi adunque ti piace una tal santità? Ne sia grande la tua fame, ardente la tua sete, e ne sarai satollata.

3. E voglio che ti consoli, o anima religiosa, nel considerare che nella vita del S. Chiostro Iddio misericordiosamente ti ha provveduto dei mezzi opportuni per satollare una tal fame, per dissetarti nell’ardente tua sete: le mura del Sagro Chiostro ti difendono dalle occasioni, e dai pericoli: le mortificazioni corporali della Regola e delle Costituzioni ti ajutano a macerare la carne, le Orazioni, e le Meditazioni della Comunità religiosa ti rinforzano lo spirito, e più t’invigoriscono i SS. Sagramenti che frequentemente devi ricevere: l’occhio vigilante di chi porta per te il peso della Superiorità nella Religione ti tiene riguardata, il buon esempio della comunità pure ti ajuta, e le Regole, e Costituzioni per mano ti guidano: e bada, o anima religiosa che ti voglio bene in avviso, che le grazie per profittare di tanti mezzi per parte di Dio non ti mancano, dunque accresci la tua fiducia, e dove ti avvedi di non poter pervenire, umiliati di cuore, perché l’umiltà supplisca ad ogni difetto: e ricordati della promessa fatta dal mio Figliuolo Beati qui esuriunt et sitiunt justitiam, quoniam ipsi saturabuntur (b1).

Ossequio

L’ossequio che ti domando è questo: Ti terrai lungi per quanto puoi dal trattare colle persone del secolo per non esporti ad adombrare l’angelica virtù della purità.

Giaculatoria e nel dirla intendi di domandare sempre più perfetto il dono della Santa Purità.

Fioretto. Se mai non avessi procurato con ogni premura di tenerti lungi da ogni occasione che ti avesse potuto fare adombrare anche per poco il Voto della Castità, o in qualunque altro modo te ne riconosci in colpa ne farai penitenza e ti emenderai.

Ricordo di Maria Santissima Immacolata Regina.

Ti lascio o anima religiosa questo ricordo: Per conservare e accrescere lo spirito di Purità ti gioverà molto il dire di cuore questa giaculatoria…

Dio mio sono indegna di avere stabilmente il dono della più perfetta purità, ma Voi me lo concedete per la vostra misericordia, pei meriti di Gesù, e per la intercessione di Maria.

Tre Gloria Patri, Litanie, e Oratio Amabilissima.

© Copyright - Istituto Pallotti
X