may, 2020

This is a repeating event

31mayAll Day31 - Mese di maggio per i claustrali - trentunesimo giorno

Event Details

Giorno trentesimoprimo

——-

Beati qui persecutionem patiuntur propter justitiam, quoniam ipsorum est regnum coelorum. Beati estis cum maledixerint vobis homines, et persecuti vos fuerint, et dixerint omne malum adversum vos mentientes propter me, gaudete et exultate quoniam merces vestra copiosa est in coelis (b1) (Matth. 5. v. 10. 11. 12.)

1. Ma tu o anima religiosa avrai procurato di corrispondere fedelmente alla Vocazione religiosa, ne avrai passato fervorosamente il Noviziato, avrai fatto di vero cuore e con spirito di perfetto sagrifizio la solenne professione, ne avrai osservato esattamente i SS. Voti le Regole le Costituzioni avrai eseguito con precisione le incombenze di ogni officio, che ti è stato indossato senza dare alcun segno di contrarietà, l’avrai accettato per gravoso, vile, o abietto che fosse, avrai ancora sollevato dal peso delle fatiche chi nella Communità religiosa hai potuto alleggerire coll’opera tua, avrai sempre mantenuta la pace e molto più sarai stata diligente per non turbarla, anzi per accrescerla e introdurla quando l’hai conosciuta alterata; eppure forse nelle stesse tue buone operazioni avrai incontrato delle persecuzioni. Or sappi che questa persecuzione è un pegno che il Paradiso è tuo, e te ne assicura il mio Figliuolo col suo oracolo infallibile Beati qui persecutionem patiuntur propter justitiam, quoniam ipsorum est regnum cœlorum (b1). Dunque prendi coraggio a patire volentieri la persecuzione, o anima religiosa; pensa che la tua persecuzione è la perla, la margarita preziosa (b2), è un tesoro nascosto, ed è significata in ciò, che dice il mio Figliuolo nel Vangelo, che chi lo trova nel campo, vende tutto per acquistare il campo (b3): ecco che nel mistico campo della Religione hai trovato il Tesoro; vendi tutto, voglio dirti, rinunzia ogni sentimento della umanità che rifugge il patire, e compra, ossia, e abbraccia volentieri la tua persecuzione.

2. Ma sebbene abbi tollerato per qualche tempo la persecuzione, pure non solo non finisce ma va crescendo: ti sarai applicata seriamente o anima religiosa, ad acquistare la tua santificazione nella tua tribolazione, ti sarai consagrata alla imitazione dei Santi, avrai moltiplicate le orazioni, e le penitenze, e intanto la tribolazione va crescendo, anzi si giungerà perfino a dire male di te, e non per malizia, ma per permissione di Dio, che vuole in te l’esercizio della Virtù, si dirà che tu sei la causa di qualunque cosa contraria accade nella Comunità; e quì con affetto cordiale di Madre ti voglio consolare: sappi che tanto più si rende manifesto il segno che il Paradiso è tuo: già dal mio Figliuolo Gesù Sposo amantissimo delle anime è dichiarato che tu sei nel numero dei Beati ecco le Sue venerande parole: Beati estis (nota che non dice sarete beati, ma adesso siete beati) cum maledixerint vobis homines, et versecuti (!) vos fuerint, et dixerint omne malum adversum vos mentientes propter Me (b1).

3. Perciò ecco la conseguenza, o anima religiosa; gaudete et exultate (b2), godi ed esulta poichè te ne assicura il Mio Figliuolo nei suoi Sagrosanti Evangelj, già ti stà preparata una copiosa mercede nel regno dei Cieli; e ti vuò dire al cuore, patisci pure, o anima redenta col mio Sangue, patisci, e quanto più va crescendo la tribolazione, tanto più godi ed esulta, poichè anche per ogni più piccolo patimento, che soffrirai, per ogni momento che passerai di tribolazione, per ogni atto di uniformità nella tribolazione, per ogni pensiero, parola, opera, moto, respiro, e per qualunque altra cosa che farai per soffrire la tribolazione per amor Mio, per imitare Me, che Innocente ti ho preceduto col Mio esempio in un mare di pene, e di tribolazioni, avrai altrettanti gradi di sublime gloria nel Regno Mio; e così più perfettamente vedrai Me nella Mia gloria il Mio Padre, e lo Spirito Santo, possederai Me, il Mio Padre, e lo Spirito Santo; goderai Me nel Padre, e nello Spirito Santo, e regnerai con Me, col Padre, e con lo Spirito Santo. Quando però ti trovi poco forte nel patire non ti turbare; ricorri a Me, ed Io con affetto di Madre ti ajuterò e col Mio esempio, che più di tutti ho imitato il Mio Figliuolo nel patire; e con la Mia intercessione prenderai coraggio.

Ossequio

L’Ossequio che ti domando è questo Risolvi colla fiducia in Dio di soffrire sempre con perfetta uniformità la tribolazione e intendi di soffrirla colla uniformità di Gesù.

Giaculatoria e nel dirla intendi di domandare specialmente il dono di soffrire con perfetta uniformità la tribolazione.

Fioretto. Farai tre volte l’atto di contrizione per rimediare sempre più a qualunque mancanza di perfetta uniformità nelle tribolazioni.

Ricordo di Maria Santissima Immacolata Regina.

Ti lascio questo ricordo. L’anima che fugge l’uniformità nelle tribolazioni non ha gusto dei tesori celesti.

Tre Gloria Patri e Litanie, e Oratio Amabilissima.

 

Condividi con WhatsApp

© Copyright - Istituto Pallotti
X