may, 2021

This is a repeating event

27mayAll Day27 - Mese di maggio per i fedeli - ventisettesimo giorno

Event Details

Giorno ventesimosettimo

———-

Preparazione e avviso.

Thesaurizate autem vobis thesauros in Coelo (b1).

(Math. 6. v. 20.)

1. Ti piace o figlio di moltiplicare ogni giorno i Tesori del Paradiso? Ed Io con affetto di Madre ti avverto, che ciò molto più lo desidera il mio divino Figliuolo Gesù anzi a tutti con precetto l’impone, e quì ammira le industrie amorose dell’Amore infinito, che lo portano a formare un precetto, che obbliga le anime a procurarsi i più sublimi posti nel Regno dei Cieli, poichè quanto più l’anima redenta col Sangue dell’Immacolato Agnello procura di tesoreggiare nel Paradiso, tanto più si dispone a giungere ai più sublimi posti nel soggiorno della gloria.

2. Procura pertanto, o figlio, per quanto puoi di non passare niun momento della tua vita senza attendere con vivissimo impegno ad accumulare tesori di Paradiso; avverti, che questo ti può riuscire nelle fatiche della giornata, nella ricreazione, anche nel diporto, ma molto più nelle Orazioni, e in ogni tribolazione, e in ciascun (!) altra opera di religione, e di penitenza, purchè tutto sii per fare in Dio nella sua grazia, e non per essere veduto, e stimato dagli uomini, ma per la gloria del Padre, del Figliuolo, e dello Spirito Santo: anzi voglio, o Figlio che il tuo studio per accumulare i tesori del Paradiso sia così grande, e accresciuto, che col maggiore fervore procuri di rimediare alle perdite fatte nel corso della tua vita, o peccaminosa, o certamente tiepida.

3. E nella vista della debolezza delle forze del tuo spirito, bada, o figlio, non ti perdere di coraggio, anzi sii tutto fiducia in Dio, e nella perfetta diffidenza delle tue forze ricorda, che avendo il mio divino Figliuolo Gesù dato il precetto di accumulare i tesori del Paradiso è pronto a dare anche la grazia per osservarlo perfettamente, e per osservarlo secondo le mire della sua carità infinita. Dunque rallegrati, o figlio, e Io tua Madre ti aspetto al possesso degl’incomprensibili tesori del Regno della gloria.

Ossequio.

L’ossequio che ti domando è questo: Quando dalla violenza delle passioni ti senti portato ai vani tesori della terra, ricorri a me tua Madre, ed Io come Regina del Cielo ti otterrò grazia per regolare le malvagie passioni.

Giaculatoria.

Nel dirla intendi di domandare specialmente il dono di operare assai assai per vieppiù moltiplicare i tesori del Cielo.

Fioretto.

Procurerai di eccitarti a maggiore fervore per moltiplicare i meriti, onde sieno accresciuti i tesori celesti.

Successo di eccitamento alla divozione di Maria Madre di Misericordia, e Rifugio dei Peccatori.

Circa l’anno 1830. un tal giovane nel momento che era per vedere splendido l’accrescimento delle temporali sostanze, non che d’incontrare nuove occasioni di mondano rallegramento viene sorpreso da mortale e penosissima infermità che gli facea conoscere vicino il passaggio all’eternità; ma nel periodo di poche settimane si formò su di lui un consolante religioso apparato di circostanze da vedere il frutto della divozione che avea professato alla Regina del Cielo, che gli ottenne grazie speciali per moltiplicare a più doppj in pochi momenti i tesori del paradiso. Il patire nella perfetta uniformità alla divina volontà, e la perfetta disposizione alla morte senza restare attaccato alla considerazione delle cose mondane che lasciava, anzi il desiderio di più patire quanto più si moltiplicavano i dolori che gli cagionava l’infermità, e insieme la brama di morire, anzi il pregare il Ministro del santuario, che lo assisteva al letto di morte perchè colle sue orazioni gli ottenesse di morire in giorno sagro alla passione di Gesù, e nell’ora stessa in cui morì il divin Redentore: il non volere ammettere persona se non fosse stato assicurato che di altro non gli avrebbe parlato che del Paradiso, e di Maria SS., finalmente quel vederlo, siccome una fiamma che s’innalza al suo centro tutto aspirante al Paradiso, formava quell’apparato religioso che consolava ognuno che il rimirava. Ecco, o figli della Chiesa altri mirabili effetti della divozione a Maria SS.

Tre Gloria Patri, e Litanie.

Condividi con WhatsApp

© Copyright - Istituto Pallotti
X