june, 2019

This is a repeating event

06junAll Day6 giugno

Event Details

1818

Il 6 giugno 1818 il sacerdote Vincenzo Pallotti ricevette dal Segretario della Congregazione dell’Indice, Tommaso M. Mancini OP il permesso di leggere e di mantenere i libri proibiti dalla Chiesa ad eccezione dei libri su temi astrologici, superstizioni, osceni, ossia contro la religione cattolica. Nel permesso si fa la seguente osservazione: tali libri dovevano essere ben custoditi e non consegnati ad altri.

cfr. la lettera del Pallotti a papa Pio VII e la risposta del Segretario dell’Indice
del 6 giugno 1818 in Archivio SAC, cassetta Pallotti n. 01.02;
cfr. anche fotocopia in Archivio ISVP – M/0137-19.

 

1837

Vincenzo Pallotti, rispondendo alla lettera del 27 maggio 1837 di Vincenzo Maria Michettoni, lo invitò ad andare ad abitare presso la chiesa dello Spirito Santo dei Napoletani, chiamandolo “la prima pietra del sacro edificio”.

OCL II, l. n. 429, p. 182

 

1839

Giovedì 6 giugno 1839 ebbe luogo – nella chiesa dello Spirito Santo dei Napoletani – la prima conferenza settimanale per gli ecclesiastici che Vincenzo Pallotti promosse in seguito alla celebrazione del Mese di maggio per gli ecclesiastici nella stessa chiesa.

F. Todisco (a cura di), San Vincenzo Pallotti profeta, pp. 429-431; cfr. anche OOCC V, pp. 571-585

© Copyright - Istituto Pallotti
X