may, 2021

This is a repeating event

09mayAll Day09 - Mese di maggio per gli ecclesiatici - nono giorno

Event Details

Giorno nono

———-

Preparazione e Avviso.

1. Inde provehitur ad officium Lectorum, ut jam ex traditione Ecclesiae legant in ea Prophetias, et lectiones Apostolicas – Ammira o Figlio, lo spirito della Chiesa come sapientissimamente ha disposto che appoco appoco si giunga al Sacerdozio: dopo avere ascritto alla Milizia ecclesiastica colla Clericale Tonsura, consegna le Chiavi del Tempio Santo per custodire religiosamente quanto vi si racchiude e per ammettervi i degni ed escluderne gli indegni coll’Ordine dell’Ostiariato, poi passa secondo la Tradizione della Chiesa a conferire l’Ordine di Lettore per comunicare l’uffizio di leggere le Profezie, e le Dottrine Apostoliche: dimmi, o Figlio, hai mai considerato seriamente, e quanto lo richiede la grandezza dell’opera, la sublimità di una tale incombenza? Hai mai penetrato cosa sia parlare la parola di Dio, tenere il linguaggio della divinità con uffizio pubblico nella Chiesa fondata dal mio Figliuolo collo spargimento del suo sangue? Almeno dimmi, o Figlio, hai mai pregato di proposito lo Spirito Santo per ottenere di avere quella luce celeste che fa conoscere i tesori della divinità quanto è pure necessario nello stato di viatore per profittarne? Prega, prega e mi consolerai.

2 Unde eis, vidente populo, traditur Codex divinarum Scripturarum – Dimmi, o Figlio, prima di accostarti al S. Altare per essere insignito dell’Ordine di Lettore della Chiesa di Gesù Cristo sapevi che il Vescovo era per consegnarti pubblicamente alla presenza del Popolo cristiano il S. Codice, e tu come hai procurato di conformare prima la tua vita a quelle dottrine che vi si contengono si (!) per non iscandalizzare i Fedeli, come perché non si avesse ad eccitare contro di te la voce del popolo? Ah figlio il consiglio che con affetto di Madre voglio che ritieni per tuo stabile regolamento è di esaminare sempre almeno per pochi momenti ogni giorno tutta la tua condotta esteriore, gli affetti del cuore, i pensieri della mente per vedere se li trovi conformi a quelle sagre dottrine; e trovandoti reo piangi subbito il tuo fallo, fa penitenza, ricorri a me, m’ invocherai con fiducia Refugio dei Peccatori e mi troverai Madre di Misericordia.

3 Accipite, et estote Verbi Dei relatores, habeturi (!) (si officium vestrum impleveritis) partem cum his, qui benedictionem ministraverunt – Hai ascoltato o figlio le parole della Chiesa assistita sempre dallo Spirito Santo mio Sposo, senti come parla animata dalla divina carità: hai appreso come nel consegnarti il Libro delle SS. Scritture per animarti ad essere fedele nell’ufficio di Lettore dei SS. Libri ti promette in premio della tua osservanza di avere parte coi figli della eterna benedizione. Dimmi mentre sai che il mio cuore materno è tutto acceso di carità per te, averai coraggio colle tue infedeltà privare me tua amorosissima Madre di quella compiacenza di più, che averei se ti vedessi giungere al numero dei Figli beati della benedizione, e sarai tanto crudele contro te stesso di voler’ esserne escluso per sempre, e averai cuore tanto spietato di non procurare alle Anime redente col sangue del mio Figlio quei tesori di vita eterna, che pure coll’ufficio che hai ricevuto potresti loro sopra ogni tuo credere moltiplicare, poiché la parola della Divinità annunziata nella Chiesa di Dio da chi ne ha l’ufficio, e annunziata religiosamente produce nelle anime redente frutti ammirabili di eterne ricchezze: per rinnovare il tuo spirito a maggiore fedeltà nell’esercizio dell’ufficio di Lettore della Chiesa di Dio ricorri a me, piangi ogni tuo fallo, e mi troverai Madre di Misericordia, e ti otterrò lumi e accrescimento di Spirito.

Ossequio

Mi farai un’ossequio di mia consolazione se procurerai di esaminare la tua vita seriamente, e quanto lo richiede l’importanza dell’eterna tua salvezza: e se non ti troverai in tutto conforme alle dottrine dei libri Santi, e della Chiesa ne risolverai subbito, (!) la perfetta emendazione.

Giaculatoria e nel dirla intendi di domandare specialmente tutte le grazie che ti sono necessarie per conformare interamente la tua vita colle sagre dottrine.

Fioretto Vincerai qualunque umano rispetto per fare quanto ti ho suggerito nell’ossequio: e leggerai seriamente l’ammonizione che il Vescovo da ai Lettori innanzi la Ordinazione.

Ricordo di Maria Immacolata Regina

Mi piace che non dimentichi le parole del divoto Gregorio = Sacerdotum vita quondam per gloriam virtutum clara, nunc per actiones infimas ostenditur reproba = S. Grego: hom: 17. in Evang:

Tre Gloria Patri, e il Cantico Te Matrem Dei etc.

 

© Copyright - Istituto Pallotti
X