GIOVEDì 12 DICEMBRE 2019

17.00 – Adorazione del Santissimo

18.00 – Presentazione del nuovo numero (48/2019) della rivista “Apostolato Universale”

È online il n. 48/2019 della rivista “Apostolato Universale” che presenta sette articoli incentrati sulla spiritualità, il carisma e l’opera di san Vincenzo Pallotti: si parte dalla cristologia di san Vincenzo Pallotti, gli spunti cristologici del suo carisma, la fondazione delle Congregazioni delle Suore Pallottine, la visione dell’Eucarestia del nostro Fondatore, per concludere con la sua famiglia di origine e la sua azione pastorale tra i giovani.

Nella sezione delle comunicazioni sono inserite conferenze ed omelie pronunciate in varie occasioni in cui si è riunita la Famiglia Pallottina.

In questo numero sono state inserite tre nuove sezioni: le lettere degli studenti del Collegio Urbano di Propaganda Fide indirizzate a san Vincenzo Pallotti negli anni 2002-2010, la conclusione dell’inchiesta diocesana sulle virtù e fama di santità di Madre Anna Sardiello, fondatrice delle Suore Eucaristiche di san Vincenzo Pallotti, l’Unione dell’Apostolato Cattolico con il messaggio finale del Consiglio di Coordinamento generale UAC (maggio 2019) e i numeri di gennaio-giugno 2019 del Bollettino del Segretariato Generale UAC “Apostoli Oggi”.

Buona lettura!



Giovedì, 24 ottobre 2019, nella chiesa del SS. Salvatore in Onda ha avuto luogo il  terzo degli incontro promossi dall’Istituto S. Vincenzo Pallotti di  Roma sul tema “Vincenzo Pallotti e i giovani”. Dopo l’adorazione del Santissimo, il Rettore Generale D. Jacob Nampudakam, ha presentato la conferenza: “Il  modello di educazione in India: significato e sfide”. Utilizzando una presentazione powerpoint, ha illustrato i dati della Chiesa Cattolica e della presenza della Famiglia pallottina in India.

Nella seconda parte, ha sottolineato i principi fondamentali per un apostolato pallottino dell’educazione in India – fondamentale per lo sviluppo di un paese con una popolazione così numerosa – e le sfide in campo educativo. La sua attenta analisi ha quindi individuato anche dei chiari segni di speranza per il futuro dell’educazione: il contributo della Chiesa nell’educazione 
del paese è straordinaria, l’influsso su ogni ceto sociale del paese è positivo, i poveri sono educati spesso con i contributi dei più ricchi, le comunità pallottine sono sostenute economicamente. 
 
Come conclusione, il Rettore Generale augura la costruzione di un mondo migliore e del Regno di Dio, collaborando con tutte le persone di buona volontà e guardando ogni bambino/bambina come immagine di Dio con la propria dignità, seguendo così l’esempio di San Vincenzo Pallotti e realizzando il suo sogno.
 
Per leggere la notizia in altre lingue.

3º INCONTRO – Giovedì 24 ottobre 2019

17.00 – Adorazione del Santissimo

18.00 – Conferenza sul tema: Il modello di educazione pallottina in India: significato e sfide, Jacob Nampudakam SAC, Rettore Generale della Società dell’Apostolato Cattolico

Domenica 13 ottobre 2019 Papa Francesco ha proclamato cinque nuovi santi: Giuseppina Vannini, Mariam Theresia Chiramel Mankidiyan, Dulce Lopes Pontes, Marguerite Bays ed il cardinale John Henry Newman.  Quest’ultimo nome colpisce particolarmente poiché si tratta di un contemporaneo di san Vincenzo Pallotti. J. H. Newman è nato a Londra il 21 febbraio 1801 ed è morto a Edgbaston l’11 agosto 1890. Vincenzo Pallotti invece è nato a Roma il 21 aprile 1795 ed è morto a Roma il 22 gennaio 1850.

Dalle ricerche storiche effettuate su probabili contatti con san Vincenzo Pallotti è emerso che il cardinale venne a Roma quattro volte durante la sua vita: nel 1832-1833 accompagnò Richard Hurrell Froude nell’Europa meridionale (passando per Roma); nel 1846 fu a Roma per completare i suoi studi in vista dell’ordinazione sacerdotale; nel 1856 ed infine il 24 aprile 1879 per ricevere da Leone XIII la berretta cardinalizia. Nella storiografia pallottina è conservato un documento di grande importanza relativo al rapporto tra John Henry Newman e Vincenzo Pallotti, cioè la lettera postulatoria del 7 marzo 1882 per il processi di beatificazione del Pallotti. La lettera è scritta in latino e la firma è autografa del cardinale John Henry Newman. Il testo di questa lettera è inserito negli atti del processo di beatificazione e di canonizzazione di Vincenzo Pallotti.

Per approfondimenti si può consultare il seguente articolo.

 

Mercoledì 22 maggio 2019 si è svolto nella chiesa del SS. Salvatore in Onda il secondo degli incontro promossi dall’Istituto S. Vincenzo Pallotti di Roma. Dopo l’adorazione del Santissimo monsignor Antonio Mennini, Officiale della Segreteria di Stato della Santa Sede ha presentato una conferenza sul tema: “I giovani e la sequela di Gesù”.

Il Relatore si è presentato come molto vicino alla Famiglia Pallottina con cui ha contatti fin dall’infanzia dato che è stato battezzato da Antonio Weber SAC. Egli ha presentato le difficoltà oggettive per la divulgazione della fede tra i giovani anche a causa dell’invadenza dei social. I nativi digitali hanno paura di sentirsi soli, perciò vivono perennemente connessi ed presentano un modo di pensare multitasking. La domanda quindi è: come si può fare per comunicare con loro? Monsignor Mennini propone di usare l’umanità e di trovare il coraggio di parlare di Gesù in modo attraente. Il sinodo dei giovani e l’esortazione di Papa Francesco Christus vivit invitano i giovani a pensare in grande.

Dopo una viva discussione tra i presenti e monsignor Mennini su vari argomenti tra cui una testimonianza di un giovane, le difficoltà della Chiesa dell’Est (in cui mons. A. Mennini ha lavorato per molti anni) e alcune condivisioni sull’aiuto dei Pallottini agli Ebrei, l’incontro si è concluso con la benedizione solenne.

Giovedì 28 marzo 2019 alle ore 18.00 si è svolta la riunione del Consiglio dell’Istituto S. Vincenzo Pallotti di Roma, presso la sua sede. Erano presenti tutti i membri: D. Denilson Geraldo SAC (Direttore), Serenella Morandotti (segretaria), suor Carmela Coscia CSAC, Giuseppe Del Coiro, suor Anna Małdrzykowska SAC, D. Thomas Rzempoluch SAC.

Durante la riunione i membri hanno condiviso le novità delle loro rispettive comunità, si è discusso sulla preparazione del nuovo numero della rivista “Apostolato Universale” (N. 48/2019), è stato comunicato il cambio di data della conferenza di mons, Antonio Mennini (mercoledì 22 maggio 2019); sono state presentate delle proposte per divulgare la vita e l’Opera di san Vincenzo Pallotti e le attività dell’Istituto Pallotti di Roma.

Giovedì 14 marzo 2019 è stato aperto il ciclo di incontri di Studio e Formazione organizzati dall’Istituto S. Vincenzo Pallotti di Roma. Il programma dei quattro incontri sarà incentrato sul tema: “San Vincenzo Pallotti e i giovani”, in linea con il Sinodo che si è concluso nell’ottobre 2018.

Il primo Relatore don Antonio Lotti SAC, Rettore Provinciale della Provincia Italiana Regina degli Apostoli ha presentato una conferenza su: “Pallotti educatore dei giovani artigiani”. Don Antonio Lotti – che ha studiato dai Pallottini con maestri come don Vittorio Vinci e don Gaetano Ianni – ha presentato prima di tutto la situazione politica e religiosa del primo Ottocento. Dall’ordinazione del Pallotti (1818) fino alla sua morte (1850) si sono succeduti ben cinque Papi, ognuno con una propria visione della Chiesa.

Le scuole notturne già esistevano fin dai primi dell’Ottocento, ma il Pallotti, nel 1819, coadiuvato da un gruppo di sacerdoti e chierici iniziò a lavorare con i giovani, prima a Santa Maria del Pianto, poi a S. Lucia del Gonfalone e a S. Nicola degli Incoronati, predicando la sera. È da notare che nelle scuole notturne, in cui il Pallotti si impegnò in questo periodo, lavoravano già dei laici come Giacomo Casoglio, intagliatore e Luigi Ricci. Nel 1837, durante il colera, il Pallotti mise a diposizione dei malati i locali delle scuole e ne prese la guida.

Don Antonio ha terminato la sua presentazione sottolineando il grande impegno del Pallotti con i giovani, ampliato anche alle ragazze con l’apertura della Pia Casa di Carità.

L’incontro si è concluso con un vivace scambio di idee e la benedizione del Rettore Generale D. Jacob Nampudakam SAC.

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Slider image

Da qualche giorno è stata pubblicata la “Cronologia della vita di san Vincenzo Pallotti” frutto del lavoro degli Istituti Pallotti per le varie aree linguistiche negli anni 2013-2016.

La presente cronologia ripercorre la vita di san Vincenzo Pallotti indicando la data e la notizia sull’evento accaduto in questa data.

Nonostante esistano delle cronologie in varie lingue, di solito riportate all’inizio o alla fine delle biografie, si è vista la necessità di elaborare una cronologia aggiornata. Negli ultimi decenni le ricerche sulla vita di san Vincenzo Pallotti sono state approfondite e sono state acquisite notizie storiche più precise e verificabili. Con questa cronologia aggiornata si vuole quindi offrire una guida sicura per tanti ricercatori pallottini e non che intraprendono lavori sulla vita del Pallotti. Alcune copie della Cronologia sono state inviate ad ogni Provincia/Regione della SAC, ma chiunque sia interessato può farne richiesta all’Istituto S. Vincenzo Pallotti di Roma.